Ventilazione meccanica controllata: la casa respira a pieni polmoni

Ventilazione meccanica controllata: la casa respira a pieni polmoni

Ventilazione meccanica controllata: la casa respira a pieni polmoni

Da oggi puoi effettuare un rigenerante ricambio d’aria nelle stanze… a finestre chiuse! Impossibile? Non con un impianto a ventilazione meccanica controllata, in grado di arieggiare la casa H24 senza disperdere energia, garantendo ambienti sani e privi di umidità.

 

Ora che abbiamo finalmente capito quanto sia importante isolare la nostra casa ai fini dell’efficienza energetica, non dobbiamo dimenticarci che in un ambiente così “sigillato” diventa ancora più importante garantire una buona ventilazione attraverso un corretto, calibrato, rigenerante e costante ricambio d’aria. Ricambio che, per mantenere efficiente l’impianto di climatizzazione 365 giorni all’anno e garantire comfort e benessere in casa H24, oggi può essere affidato a un efficace impianto di Ventilazione Meccanica Controllata con sistema di “recupero del calore” (comunemente detto VMC), in grado di provvedere a un continuo e monitorato ricambio d’aria pura e priva di correnti nei locali… tenendo le finestre chiuse, così che:

– da un lato l’impianto preleva ed espelle l’aria viziata e umida dai locali che necessitano maggiore ventilazione (come bagni, cucina, ripostigli e lavanderia);

– dall’altro apporta in casa aria pulita di rinnovo, introducendo aria fresca e filtrata nei locali maggiormente deputati al comfort e al benessere, come soggiorno e camere da letto.

Un doppio meccanismo virtuoso che porta a sua volta a una serie di benefici a cascata:

  1. smaltisce il vapore acqueo in eccesso che si crea a seguito di normali attività quotidiane, che altrimenti rischierebbe di provocare accumuli localizzati di umidità con la conseguente formazione di insalubri muffe;
  2. diluisce i micro-inquinanti che si annidano negli ambienti interni e che, statistiche alla mano, ormai possono essere da 3 a 5 volte più concentrati rispetto a quelli rilevati nello smog atmosferico;
  3. impedisce l’ingresso in casa di nuove micropolveri, gas nocivi, pollini e insetti dall’esterno (isolando anche dai rumori della strada). Il merito è dei potenti filtri di cui è dotato, in grado di bloccare ogni impurità.
  4. evita il verificarsi di dispersioni energetiche perché prima di venire espulsa all’esterno, l’aria interna viene convogliata in un dispositivo detto “scambiatore di calore” che ha il compito di pre-riscaldarla (d’inverno) o pre-raffrescarla (d’estate). Questo permette di recuperare dall’aria estratta mediamente il 90% dell’energia prodotta in casa, evitando così che venga dispersa. E in questo modo, l’aria di rinnovo fa sempre il suo ingresso negli ambienti a una temperatura adeguata a ogni stagione: mai troppo fredda d’inverno e mai troppo calda d’estate.

Cerchi assistenza 24h/24 sui guasti in casa?

Attiva gratuitamente ProntissimoCASA per 1 anno: a tua disposizione, una rete di 1.400 artigiani specializzati.Attiva gratis

Com’è fatto l’impianto di VMC?

Si distinguono 2 grandi categorie di impianti.

  1. L’impianto centralizzato (a doppio flusso d’aria), che assicura la ventilazione in ogni ambiente di casa grazie a una potente macchina di ventilazione (da posizionare in una zona di servizio) collegata a un doppio sistema di canalizzazioni inseribili in un controsoffitto. I doppi condotti, separati, sono deputati a regolare e a controllare l’immissione e l’estrazione dell’aria.
  2. L’impianto decentralizzato che, compatto e concepito per il rinnovo dell’aria nelle singole stanze, è l’ideale per abitazioni esistenti perché per l’installazione richiede solo la realizzazione di 1 o 2 fori passanti sulla muratura perimetrale e l’allacciamento a una presa elettrica, senza alcuna canalizzazione. Alcuni modelli di nuova generazione si sono arricchiti di funzionalità, potendo essere dotati anche di punti luce per illuminare l’ambiente e di casse acustiche wireless per diffondere musica… insieme all’aria nuova!

A chi rivolgersi

Affinché l’impianto di VMC risulti davvero efficiente è necessario che venga progettato e dimensionato correttamente, calcolando con attenzione la portata di ventilazione adatta alla propria abitazione secondo parametri specifici, affinché sia garantito un ricambio d’aria adeguato e continuo: affidati solo a professionisti abilitati o qualificati, come ingegneri e termotecnici che operano nel campo della riqualificazione energetica.

L’articolo Ventilazione meccanica controllata: la casa respira a pieni polmoni proviene da Assistenza Casa | Blog.