Frigorifero: cosa fare per evitare sprechi

Frigorifero: cosa fare per evitare sprechi

Frigorifero: cosa fare per evitare sprechi

Dalla regolazione del termostato alla corretta sistemazione degli alimenti sui vari ripiani: ecco alcuni consigli per conservare al meglio il cibo nel tuo frigorifero ed evitare sprechi alimentari ed energetici!

 

Il frigorifero è forse l’elettrodomestico più importante della casa e ce ne accorgiamo di più con il caldo estivo, quando diventa indispensabile avere cibi e bevande sempre freschi e perfettamente conservati. Come mantenere sempre efficiente il tuo frigo e limitare lo spreco di energia e di cibo? Con alcune semplici regole da mettere in pratica: vediamo insieme quali sono.


Pulizia: elimina batteri e cattivi odori

Sei in partenza per le vacanze? Tra le 100 cose da fare prima, ricordarti di lasciare pulito il frigorifero e di svuotarlo se starai via per un lungo periodo, per non trovare brutte sorprese al tuo ritorno! La pulizia del frigo andrebbe comunque fatta almeno una volta al mese per prevenire la formazione di muffe e batteri e per eliminare i cattivi odori. Svuotalo completamente e togli tutti i ripiani, le griglie e i cassetti: puoi lavarli con un semplice detersivo per i piatti. Per pulire le pareti interne usa una spugna imbevuta di aceto, succo di limone oppure acqua e bicarbonato, sono tutti detergenti naturali che eliminano anche gli odori. Poi asciuga accuratamente con un panno morbido pareti e ripiani prima di riposizionare gli alimenti.

In caso di guasti

Scegli l’assistenza 24h/24 suoi tuoi elettrodomestici e sugli impianti di casa (Acqua, Gas, Luce e non solo) a 13,99€ /mese con CasaOK Jolly.Scopri di più

Termostato: come si regola?

La temperatura ideale oscilla tra i 4° e i 6° e può variare in base al clima esterno e alla quantità di cibo conservata: quando fuori fa caldo e il frigorifero è pieno, devi abbassare il termostato e portarlo sulla posizione 2 o 3, mentre quando è vuoto e l’ambiente è più fresco, puoi portare il termostato in posizione 4. La temperatura varia anche all’interno del frigo: la parte più fredda è quella in basso e corrisponde al ripiano al di sopra dei cassetti per le verdure, quelle meno fredde sono la zona in alto e la porta del frigo.

Per mantenere costante la temperatura ideale e limitare i consumi, valgono i “consigli della nonna”: non bisogna mai introdurre cibi caldi, aprire il frigo troppo spesso e a lungo o sovraccaricarlo.


Cibi al posto giusto

La carne e il pesce sono gli alimenti che devono essere conservati a 2° o 3° quindi vanno riposti sul ripiano più basso del frigorifero, mentre frutta e verdura necessitano di temperature più alte e vanno sistemate nei cassetti in basso. Sui ripiani alti e su quelli centrali, dove la temperatura è di 4°-5°, trovano posto i formaggi freschi e i latticini insieme ai contenitori di cibo avanzato. Uova e burro possono stare nella porta del frigo, insieme alle bevande. Vale poi per tutti gli alimenti la regola di chiudere bene le confezioni una volta aperte, oppure usare gli appositi contenitori e lasciare frutta e verdura in sacchetti di carta per isolare dall’umidità. Lascia fuori dal frigo la frutta e i pomodori non ancora maturi, le patate, l’aglio e le cipolle.

Seguendo queste semplici regole, il tuo frigo sarò più efficiente e ridurrai lo spreco di cibo dovuto alla cattiva conservazione, il tutto a beneficio del risparmio!

Leggi anche: Spreco alimentare: come combatterlo

L’articolo Frigorifero: cosa fare per evitare sprechi proviene da Assistenza Casa | Blog.