Archives for giugno 2018

Hula hoop: 4 esercizi per dimagrire e divertirti!

Hula hoop: 4 esercizi per dimagrire e divertirti!

L’estate è ormai vicinissima, riscopri il gioco più divertente che ti ricorda la tua infanzia e ti regala benessere e forma fisica… per la prova costume! Ecco 4 semplici esercizi con l’hula hoop che puoi fare anche a casa, a ritmo di musica.

 

Chissà quante volte ci avrai giocato da bambina con le tue amiche! L’estate è l’occasione giusta per riscoprire l’hula hoop, un gioco tradizionale e facile da fare anche in casa, coinvolgendo magari i tuoi figli sul balcone, in giardino ma anche in salotto. Basta avere un sottofondo musicale che dia ritmo e allegria, per iniziare a bruciare calorie e tonificare i muscoli di addominali, braccia, glutei e cosce. Pronta? Per te, 4 facili esercizi.


Esercizio per addominali e glutei

Se non sei un’esperta, scegli un hula hoop in plastica da diametro ampio, tra 95 e 105 cm e dal peso leggero di circa 500 g, per passare a modelli più piccoli e pesanti quando diventerai bravissima.

Sistema l’hula hoop sui fianchi e metti un piede davanti all’altro; spingi con le braccia il cerchio in senso orario se sei destra, antiorario se sei mancina e accompagna il movimento con il bacino. Inizialmente, fai movimenti lenti e poi via via sempre più rapidi, per favorire la rotazione dell’hula hoop. Quando senti che l’hula hoop sta per cadere, prova a piegare le ginocchia e la schiena leggermente in avanti per riportarlo sui fianchi. Cerca di svolgere l’esercizio per 3-4 minuti e dopo una pausa di 30 secondi ripetilo per altre 3 volte. Senza alcuno sforzo sulla schiena, allenerai gli addominali e avrai un effetto tonificante per i glutei!

Non perderti le ultime news!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gratuitamente i consigli per la tua casa.

Iscriviti ora

Esercizio per i fianchi

Il movimento rotatorio del bacino descritto nell’esercizio precedente favorisce anche lo snellimento dei fianchi. Ma per ottenere risultati ancora più incisivi, dopo aver posizionato l’hula hoop sui fianchi, impugnalo con le braccia aperte e divarica le gambe. Fai dei piegamenti laterali mantenendo la schiena eretta, prima da un lato e poi dall’altro facendo 10 ripetizioni da 10 piegamenti l’una.


Esercizio per le gambe

Sempre partendo dalla posizione eretta, con l’hula hoop in vita, tienilo fermo impugnandolo con le mani in avanti e le braccia tese. Fai degli affondi portando prima una gamba e poi l’altra in avanti, facendo attenzione a non piegare troppo il ginocchio al di sotto dei 90 gradi. Fai delle ripetizioni di 10 affondi per gamba per 10 volte.

Leggi anche: Fare palestra in casa: salta con la corda per mantenerti in forma!

Esercizio per le braccia

Vuoi tonificare i muscoli delle braccia? L’hula hoop è perfetto anche per questo obiettivo! Fai roteare il cerchio ponendolo sopra al gomito sull’avambraccio e mantieni la rotazione per 2 minuti  senza fare pause, ma alternando il braccio destro a quello sinistro. Ne trarranno beneficio anche le spalle.

Dedica 10 minuti al giorno a questo attrezzo divertente ripetendo questi 4 esercizi e ti accorgerai che dopo pochi giorni riuscirai a muoverti con disinvoltura a ritmo di musica. Se ti appassioni puoi imparare molti altri esercizi seguendo questo video tutorial.

Con l’hula hoop divertimento e forma fisica sono garantiti, anche senza uscire di casa!

L’articolo Hula hoop: 4 esercizi per dimagrire e divertirti! proviene da Assistenza Casa | Blog.

Come prendersi cura della lavatrice e farla durare

Come prendersi cura della lavatrice e farla durare

I consigli per proteggere la lavatrice da malfunzionamenti, guasti e cattivi odori: dalla scelta del detersivo giusto al controllo del filtro di scarico, ecco cosa fare per farla funzionare bene e a lungo.

 

La lavatrice è tra gli elettrodomestici più utilizzati e va mantenuta in condizioni ideali per evitare che lo sporco si annidi al suo interno – salvo dire addio a un bucato pulito e profumato – e per ridurre il rischio di guasti. Una lavatrice che si blocca o, peggio, perde acqua è un inconveniente non da poco, anche per le nostre tasche! Ecco qualche trucco per farla lavorare senza intoppi e il più a lungo possibile: scegli il detersivo appropriato, usa i rimedi della nonna, fai attenzione al carico e pulisci il filtro.


La scelta del detersivo giusto

I prodotti chimici per il bucato possono lasciare depositi che nel tempo danneggiano la tua lavatrice. Meglio non abbondare e preferire saponi biodegradabili e di origine naturale: dosa correttamente il detersivo in proporzione alla quantità di panni nel cestello. Il detersivo liquido lascia meno tracce ed è preferibile per capi colorati, sintetici, delicati, poco sporchi e per lavaggi brevi. Utilizza quello in polvere solo per lo sporco ostinato e lavaggi lunghi, perché tende a rilasciare residui.


Attenzione a cosa metti nel cestello

Controlla le tasche degli abiti prima di avviare il lavaggio: monete e altri oggetti possono provocare danni. Non azionare l’apparecchio con pochi indumenti da lavare, se la lavatrice non lavora a pieno carico, rischi che il cestello si ovalizzi. Ugualmente, non stiparla troppo, soprattutto di tessuti che trattengono acqua come la spugna: il peso del bucato sarebbe eccessivo in fase di centrifuga e rischieresti la rottura delle parti meccaniche.
Per problemi di una certa entità, per esempio con guarnizione, cinghia di trasmissione e resistenza, meglio affidarsi a un tecnico qualificato.

La serenità è a portata di mano

In caso di guasti in casa, scegli la soluzione tutto incluso: a tua disposizione 1.400 artigiani specializzati.Scopri di più

I rimedi naturali fanno bene a bucato e lavatrice

Aggiungi un cucchiaio di bicarbonato nella vaschetta col detersivo per potenziarne l’azione sbiancante o mezzo bicchiere di aceto bianco per aumentarne il potere pulente, tranne che per i capi delicati. Entrambi i rimedi – che fungono anche da ammorbidente – igienizzano il cestello e contrastano la formazione di calcare, il nemico numero uno della lavatrice.

Ogni 2 mesi, usa l’aceto bianco (2 bicchieri in vaschetta) anche per effettuare un ciclo igienizzante a vuoto e, terminato il lavaggio del cestello, lascia l’oblò aperto perché si arieggi. Utilizza una soluzione di acqua calda e aceto o bicarbonato per pulire – strofinando bene con spugna e/o spazzolino – sia la vaschetta che l’interno della guarnizione di gomma, dove si annidano muffe. Ultimate le pulizie, asciuga con un panno.


Pulizia del filtro di scarico

Per una corretta manutenzione della lavatrice segui le istruzioni del manuale d’uso. È fondamentale controllare il filtro di scarico ogni 2 mesi. Normalmente si trova nella parte frontale e bassa dell’apparecchio, protetto da uno sportellino. Posiziona sotto un recipiente (per le fuoriuscite d’acqua) e, a lavatrice spenta, svitalo, elimina le eventuali fibre e i detriti e poi riavvitalo. Con questi semplici accorgimenti, la tua lavatrice durerà di più!

L’articolo Come prendersi cura della lavatrice e farla durare proviene da Assistenza Casa | Blog.

Capsule Nespresso – L’intera gamma di compatibili che puoi trovare

Capsule Nespresso – L’intera gamma di compatibili che puoi trovare

Le capsule Nespresso sono tra le prime a raggiungere il mercato, dal momento che era il del 1996 quando è stato brevettato e ha iniziato a essere commercializzato. Ha raggiunto un enorme di 3 miliardi di franchi svizzeri di vendite nel 2011 .

Nespresso è uno dei marchi di caffè più rinomati a livello internazionale . Data la sua origine nel paese svizzero e la sua lunga storia, fanno di questo un marchio molto riconosciuto. Ecco perché non sorprende che George Clooney sia stato la sua immagine per alcuni anni.

A causa di tutto ciò, la varietà di capsule di caffè è molto grande . Ed è diventato ancora più grande quando nel 2010 è diventato compatibile con altri marchi.

In questo articolo, mi concentrerò esclusivamente sulle capsule Nespresso compatibili che puoi trovare su www.caffefoschi.it il resto me ne vado per un altro articolo in maggior dettaglio.

Un dettaglio importante da tenere in considerazione è che l’intensità del sapore del caffè nelle capsule Nespresso, se valuta su una scala da 1 a 13 . Essendo il valore 1, il più morbido di tutti e 13 il caffè più intenso.

Gusto intenso

Sei un amante del vero gusto del caffè ? Senza dubbio questo è il gruppo di capsule Nespresso che stavi cercando. Qui troverai la maggior parte delle capsule con il sapore più intenso di tutti. Quindi, forse non sei interessato a usarlo per altri tipi di caffè. Perché prenderli da soli, è più che raccomandato.

Roma

 Fotografia di un cartone di capsule intense Roma

Questa capsula forma una straordinaria combinazione di caffè Arabica e Robusta dell’America Latina, specificamente con i fagioli Arabica dell’America Centrale e robusti dal Brasile stesso.

La sua intensità è così, che puoi perfettamente notare tutte le note dei loro sapori, un po ‘aspro e acido, con un corpo abbastanza accettabile e una giusta tostatura. Per darvi un’idea, la sua intensità è catalogata con un 8 su 13 .

I toni aromatici tendono a virare tra le tonalità di cereali e legno, sempre accompagnate da un costante richiamo al sapore della torrefazione del grano

Arpeggio e arpeggio decaffeinati

 Fotografia di cinque cartoni di capsule tipo Arpeggio

Questo è uno dei tipi di capsule Nespresso con la più alta qualità di trame e aromi . È composto solo con chicchi di caffè Arabica dalle migliori piantagioni dell’America centrale e del Brasile.

Ciò gli conferisce una consistenza e una deliziosa consistenza con una crema favolosa che Sorge naturalmente quando preparato. Non è molto acido, tuttavia mantiene una nota di amarezza e notori del torrado. Questo punto di tostatura enfatizza le sfumature che ha ora del legno e specialmente quello del Cacao, che lo rende molto speciale.

È piuttosto intenso nel sapore, infatti, è catalogato con un punteggio di 9 su 13 . Indubbiamente, è uno dei migliori da portare da solo, per godere appieno di tutta la sua complessità.

Ristretto e decaffeinato Ristretto

 Confezione da 30 capsule Ristretto sapore Nespresso

Ti piace il caffè ben bilanciato ma intenso ? Senza dubbio, questo è tuo. Ha un ottimo bilanciamento di amarezza, acidità, corpo e tostatura, completamente incorporato in un intenso sapore catalogato in 10 su 13 … piuttosto alto come si può vedere.

La sua intensità deriva dalle sue origini, L’energia dei chicchi di caffè Arabica della Colombia, del Brasile e dell’Africa esotica rendono questo caffè unico. Inoltre, quel carattere è stato compensato, con una quantità minima di caffè del tipo robusto. Senza dubbio, il potere e il corpo di questo caffè sono una delle sue migliori risorse.

Le sue note di sapore e aroma sono piuttosto complesse, perché nonostante la sua forza, la sua chiara acidità e il suo tono tostato indiscusso, molto bella la sfumatura fruttata può essere apprezzata molto bene qualcosa che ci piace molto.

Darkhan

 Fotografia di scatole di caffè Dharkan Nespresso

Hai sentito l’espressione di sobbollire ? Bene, questo tipo di caffè è stato arrostito in quel modo. L’intenzione è chiara, per massimizzare la complessità dei sapori dei fagioli Arabica da luoghi privilegiati per il caffè come Costa Rica, Colombia o l’esclusiva isola di Java, in Asia. Sì caro lettore, la sua complessità sta nella combinazione di grani provenienti dall’America centrale e meridionale, con grani provenienti dall’Asia lontana .

È uno dei tipi di capsule con maggiore intensità, catalogato in 11 su 13 . Ma questo non è il più interessante, perché nonostante la sua intensità di sapore, è un caffè che non è molto acido, ma piuttosto amaro. Il tono arrotondato è molto marcato, e il suo carattere si manifesta in un caffè con un grande corpo.

Ma il più interessante è il suo sapore e consistenza, è interessante il tono vellutato e setoso di questa miscela, tutto questo è combinato con un costante tono di tostatura dovuto alla sua lenta tostatura, e con sfumature che variano dal cacao al cereale tostato .

Kazaar

"

Se ti piace ti piace il caffè intenso questo è il tipo di caffè che dovresti comprare. La sua valutazione sulla scala di intensità è di 12 su 13 una barbarie. È composto principalmente da robusti chicchi provenienti dall’America centrale e meridionale, in particolare dal Guatemala e dal Brasile, ma incorpora anche una piccola porzione di arabica di alta qualità.

Forse, dall’inizio si potrebbe pensare che il fatto che sia robusto nel suo la maggior parte può essere delusa, la particolarità è che questa è una pianta robusta, cura e asciugatura esclusivamente per Nespresso, e mostra la differenza.

È un caffè con bassa acidità, tuttavia, compensa con un corpo molto potente e un intenso sapore tostato e amaro. È un caffè molto potente e tutto questo si armonizza con alcune sfumature di sapore del legno.

Expresos

Questo è il classico dei classici, senza dubbio il caffè espresso è uno dei più gustosi. Questo tipo di capsule Nespresso ha un sapore e una consistenza molto simile all’espresso autentico che puoi trovare nella maggior parte dei bar o delle caffetterie. La chiave è che queste macchine da caffè espresso danno un tocco speciale al gusto del caffè.

Ecco perché è altamente raccomandato sia prenderlo da solo, sia usarlo come base in vari tipi di caffè. Ad esempio per caffè tagliati, macchiati o addirittura carajillos.

Cosi

 Fotografia del pacchetto di capsule Cere Nespresso

Ti piacciono i sapori sottili? ¿Delicato? Questo è un caffè con un sacco di classe perché combina armoniosamente un sapore squisito di caffè, ma senza essere eccessivamente intenso. È catalogato in 4 su 13 sulla scala dell’intensità del sapore .

Si distingue principalmente perché c combina perfettamente sapori e aromi fruttati e cereali note che dà loro, da un lato, Fagioli Arabica dal Kenya e Costa Rica rispettivamente. Tuttavia, la miscela non è lì, perché il tutto è completato con fagioli Arabica provenienti dalle migliori piantagioni dell’America centrale e meridionale, dandogli un tono acido, senza essere troppo amaro, o con un corpo troppo marcato.

Altro dei punti a favore dei palati delicati, è che il suo arrosto è abbastanza morbido, in modo che non starà nel suo sapore e ti permette di assaggiare il resto dei sapori. Dal nostro punto di vista, data la complessità di questa miscela, spesso consiglia di prenderlo come un espresso o doppio espresso in modo da non perdere i dettagli.

Volluto e volluto decaffeinato

 Fotografia di una confezione di 5 cartoni di caffè espresso Volluto

Se sei un amante dei sapori sudamericani, queste sono le capsule Nespresso devi comprare. È preparato solo con fagioli Arabica dalla Colombia e dal Brasile . E indubbiamente, grazie ai suoi chicchi decaffeinati, puoi portarli in qualsiasi momento.

Grazie a questa combinazione, ottieni un brodo dai sapori molto esotici, con un sapore chiaro marcato con frutti dolci e con note sottili cereali . Inoltre, questi sapori sono enfatizzati perché ci sono poche influenze extra, perché l’arrosto è morbido e la sua amarezza è bassa.

Ha un punto acido, e non si distingue precisamente per il suo corpo, tuttavia, è un caffè eccellente. La sua intensità è piuttosto bassa, parliamo di un punteggio di 4 su 13 lontano dai sapori intensi.

Capriccio

 Fotografia di un pacchetto di 30 unità caffè Capriccio

Sei uno di quelli a cui piace un buon caffè solo al mattino? Queste sono le capsule Nespresso che ti servono. La sua caratteristica principale è il suo equilibrio di sapori e caratteristiche. Infatti, nonostante abbia note aromatiche di cereali e abbia un intensità di gusto del caffè catalogato in 5 su 13 il protagonista di nessuno di essi non è ricercato.

Questa delicata armonia si ottiene combinando un eccellente grano arabico proveniente dagli altipiani del Brasile, con un grano robusto di grande qualità proveniente dall’Africa centrale.

Livanto

 Fotografia di 3 scatole di caffè marrone lime

A volte, un caffè funzionale non è sufficiente per la mattina, e proprio mentre cerchi un certo equilibrio con il Capriccio, è necessario qualcos’altro. Questo è il caso, perché è un caffè puramente arabo raccolto principalmente nelle migliori piantagioni del Sud America e usando metodi tradizionali .

Il suo equilibrio è praticamente perfetto la sua acidità, la torrefazione, il punto di amaro e il corpo sono completamente bilanciati. Se ciò non bastasse, il suo livello di intensità è punteggiato solo a metà del valore massimo, in un 6 su 13 .

Ma ha un’ultima sorpresa, perché il suo aroma e sapore hanno un tenuto segreto, ha un punto per il sapore di caramello che lo rende squisito .

Di origine unica

L’origine del chicco di caffè è sempre stata un fattore determinante che segna le differenze nel suo sapore. Un mondo intero da scoprire per coloro che sono disposti a nuove sensazioni, sei una di quelle persone?

Nespresso ci offre alcune varietà di caffè delle regioni con i migliori cereali del mondo, dalle loro origini in Etiopia, anche le più esotiche nell’India remota.

Bukeela Ka Etiopia

 Illustrazione di un set di caffè Bukeela ka Etiopia

Avere l’opportunità di assaggiare un caffè Arabica puramente proveniente dall’Etiopia è un privilegio. Probabilmente lo sapevi già ma, lo sapevi che stima che l’origine del caffè provenga dall’Etiopia ? Ecco perché questo caffè è pura magia.

I suoi toni di gusto e aroma tendono a ricordare le aree selvagge e floreali lì, in particolare gelsomino, fiori d’arancio e azuceno, un’esperienza. Senza dimenticare una nota sottile al legno che lascia un sapore delicato e speciale.

In generale è un caffè che non si distingue per la sua intensità e carattere. La sua caratteristica principale è la sottigliezza, per questo la sua intensità nel sapore è bassa, di 3 su 13 . È un po ‘acido, ma con poco corpo e poco amaro.

Il raccolto e il processo di questi fagioli Arabica è fatto manualmente e l’essiccazione è naturale. Sono presi da due regioni molto diverse di quel paese, dalla parte occidentale più secca, mentre l’altra parte è ottenuta dalle zone umide di Sidama, per questi devono essere lavati.

Dulsão Do Brasil

 Conjunto di 50 capsule di Dulsão do Brasil

Queste capsule Nespresso sono composte da caffè arabica 100% brasiliano . Ed è qui che due dei migliori semi di Arabica che si trovano sono bourbon coltivati, rossi e gialli .

È un caffè molto ben bilanciato, come un buon caffè brasiliano, ma in generale con equilibrio basso e intensità, bassa su 4 su 13 .

Ciò che caratterizza questo caffè, è la sua consistenza così morbida, persino setosa. E le sue note aromatiche piuttosto dolci che ricordano il miele o anche lo sciroppo di acro, combinato con aromi di cereali di malto.

Rosabaya de Colombia

 Immagine di un pacchetto di 5 cartoni di caffè Rosabaya di Colombia

L’intensità della Colombia si rivela in questo caffè 100% arabo proveniente da lì. Questo caffè viene coltivato nelle zone alte e umide di quel paese. Viene raccolto a mano e poi portato nella regione arida di Páramo de Letras.

Queste capsule Nespresso si distinguono per essere piuttosto acide e amare, con un corpo marcato e un costante richiamo all’attenta tostatura applicata. La sua intensità è bilanciata perché il suo gusto è catalogato in 6 su 13.

I suoi toni di sapore e aroma sono molto interessanti, perché ha un tocco fruttato ai frutti rossi, ma la cosa interessante è che inaspettatamente sforzano alcune note al vino rosso.

Indriya de Inidia

 Immagine di 5 confezioni di caffè Indriya dall'India

Se stai cercando un caffè potente ed esotico allo stesso tempo, questa varietà dall’India è il tuo candidato. Ha un’intensità molto elevata, catalogata da 10 su 13 che gli conferisce una forza insolita in un caffè normale.

È una perfetta combinazione di Arabica e fagioli robusti, e gli dà un equilibrio con un corpo marcato, acidità forte e amarezza, e un marcato tono ruggente.

Questo caffè viene coltivato in aree dove predominano grandi alberi. Oltre ad altre piantagioni, come pepe, chiodi di garofano, noci e altre specie, influisce chiaramente sul suo complesso aroma e aroma. Oltre a quelli già citati, possiamo vedere note marcate di cacao e erbe secche .

capsule Nespresso lungo

La realtà è che caffè lungo, nella sua essenza non è altro che un lungo caffè espresso . Tuttavia, le capsule che includiamo qui fanno un ulteriore passo avanti e includono quelle capsule Nespresso con aromi italiani.

E, da molto tempo, i preparativi italiani sono famosi in tutto il mondo, ed è per questo che meritano una categoria di caffè propri.

Linizio

 Fotografia di un pacchetto di 5 scatole di capsule nespresso lungo Linizio

Il caffè ottenuto dalle capsule di Linizio è morbido e setoso al palato . Questo perché non è un caffè troppo intenso, dal momento che la sua intensità è scandita da 4 su 13 . Inoltre, l’infuso che otterrete è molto poco acido e amaro, e con poco corpo.

È composto solo da semi di Arabica dalla Colombia e dal Brasile . Tutti sono raccolti a mano e lasciati essiccare al sole, il brasiliano viene lavato e lasciato fermentare con la mucillagine, mentre il chicco colombiano viene lasciato fermentare con la mucillagine e poi lavato. E ti chiedi, perché? questo è fatto per enfatizzare i toni dell’aroma e del sapore di ogni tipo di grano.

Da un lato, il grano colombiano serve per applicare un tono dolciastro che ricorda la canna da zucchero . Mentre l’arabo brasiliano è usato per dargli una tinta marcata di malto cereale .

Vivalto e Vivalto decaffeinato

 Illustrazione di cartoni nespresso vivalto lungo

Le capsule di caffè Vivalto offrono anche un caffè a bassa intensità. È catalogato sulla scala di 4 su 13 nel valore dell’intensità del sapore .

È un caffè puramente Arabica caratterizzato dal suo gusto floreale e con un chiaro tono tostato . Questo è stato ottenuto attraverso la miscela di grani provenienti dall’Etiopia che offre il tono floreale, dalla Colombia per ammorbidire l’acidità e il brasiliano che armonizza l’amarezza, ed entrambi danno un corpo migliore.

È un’infusione molto complessa come puoi immaginare, perché i chicchi di caffè di ognuna di queste regioni hanno un carattere e delle proprietà molto marcati, e dovresti cercare un buon equilibrio per trovare un caffè buono come quello che ti presentiamo. [19659008] Fortissio Lungo

 Immagine di 3 pacchetti di fortissio

Queste capsule Nespresso sono una delle poche incorporano fagioli arabica provenienti dall’India in particolare dalla regione del Malabar. Questa regione è caratterizzata dall’essere esposta ai forti monsoni dell’Ind, proprietà che gli conferisce un marcato carattere aromatico unico.

Questo grano ha un grande corpo e un’intensità pronunciata. Tuttavia, l’infusione è completata con i fagioli Arabica dell’America centrale. L’intensità del suo sapore è catalogata in 8 su 13 .

In generale, questo caffè non è molto acido, tuttavia ha un chiaro punto amaro. I suoi toni aromatici e gustativi sono completati con una base segnata dalla tostatura e con una miscela di cereali dolci e maltati .

La chiave di queste caratteristiche sta nel processo di arrostire i grani. È qualcosa che di solito è abbastanza ben tenuto dall’azienda, ma quello che sappiamo è che il processo è separato. Con questa separazione vogliamo enfatizzare le proprietà di ogni varietà, e quindi essere in grado di ottenere un sapore migliore mescolandoli.

Envivo

 Immagine di un cartone di lungo caffè envivo

Della varietà lungos, queste sono le capsule Nespresso Lungo più intense che puoi trovare. Sono catalogati sulla scala di 9 su 13 intensità di sapore .

È un misto di arabo dall’India e di robusta dal Messico . Sì, è una delle poche capsule Nespresso che incorporano chiaramente il caffè del Messico, ed è per questo che ha un punto speciale. In generale ha una bassa acidità, ma un carattere chiaro e l’amarezza, che lo rendono eccitante.

La sua consistenza al palato è rotonda e molto piacevole. E la composizione del suo sapore è abbastanza complessa. Ciò che predomina sono le note dei legni aromatici e la torrefazione ma un punto di sapore può essere sottilmente apprezzato biscotti di pan di zenzero .

Varie

Infine, dobbiamo menzionare quelle capsule Nespresso che non sono incluse in nessuna delle precedenti categorie . Qui puoi trovare aromi molto vari, e questa è l’idea, è causa di un senso di sorpresa per il cliente, sia per vedere che tipi offrono, sia per provarli.

Ciocatino

 Immagine di un cartone di ciocattino

Le capsule Ciocatino Nespresso cercano di evidenziare un protagonista unico, il sapore e la consistenza del cioccolato . È composto principalmente da Arabica dalla Colombia e Costa Rica .

È un caffè con un notevole equilibrio in tutte le sue caratteristiche . Questo gli conferisce un corpo consistente e un acido chiaro e un tono amaro, che si combinano perfettamente con un brindisi sempre presente. Inoltre, è piuttosto intenso, ma senza eccesso, la prova di ciò è che è punteggiato con un 6 su 13 sulla scala di intensità dei sapori .

La cosa interessante di questo caffè è sapere come ottengono questo sapore al cioccolato. È molto semplice, analizzando la combinazione di aromi di questi grani separatamente, possiamo rilevare una varietà complessa. Dai sapori di cereali caramellati e malto, insieme a sottili toni fruttati.

Vanilio

 Immagine di capsule di caffè vanillium

Seguendo la stessa strategia di Ciocatin, queste capsule Nespresso cercano di avere come protagonista principale il sapore di Vanilla .

Per ottenere questo effetto incredibile, sono stati usati i fagioli arabica due regioni ben note, Colombia e Costa Rica . Inoltre, per questo caso sono stati utilizzati anche l’arabo Brazil e altre regioni del Sud America.

È molto ben bilanciato, è possibile apprezzare senza problemi il tono acido, amaro e tostato di questa infusione. Con un corpo molto consistente e con un’intensità moderata di 6 su 13 sulla scala del sapore .

Come per il precedente, l’effetto si ottiene equilibrando i sapori di cereali e malto caramellato insieme con toni fruttati. Il bilancio di questi toni è la chiave per dare il sapore di vaniglia a queste capsule.

Caramelito

 Immagine di cartoni e capsule di caffè caramello

Le ultime capsule Nespresso che presenteremo a voi sono del tipo Caramelito. E ancora usiamo la strategia usata per Ciocatin e Vanilo, stiamo cercando un protagonista nel suo sapore, ed è per migliorare il sapore di caramello .

Per questo tipo di caffè, in cui si cerca di creare un effetto illusorio dei sapori a partire dalla combinazione delle proprietà aromatiche dei diversi tipi di chicchi di caffè Arabica è necessaria una miscela molto ben bilanciata. Indubbiamente, questa caratteristica è tipica di questa miscela, poiché sia ​​l’amaro che l’acidità e il sapore tostato sono perfettamente livellati. Inoltre, ha un carattere molto ben definito e la sua intensità è indicata come 6 su 13 .

Come nei precedenti due, il modo in cui hanno combinato i sapori e gli aromi di cereali e malto caramellato, insieme ad un tono affiorante è essenziale per ottenere l’effetto sapore caramellato . L’origine di questi fagioli Arabica è la stessa di quelli precedenti, dalle migliori regioni della Colombia, Costa Rica e, naturalmente, Brasile e altre regioni del Sud America.

Cameretta hi-tech: bimbi al sicuro

Cameretta hi-tech: bimbi al sicuro

Occhi e orecchie sempre accese, per controllare il tuo bambino quando riposa nella sua cameretta: ecco le soluzioni tecnologiche per il monitoraggio del sonno, l’ascolto e la visione di quello che succede quando sei in un’altra stanza.

 

Hai figli piccoli? Allora probabilmente la tua casa è già a misura di bambino. Per garantirti ancora più serenità, puoi scegliere soluzioni smart per la cameretta dei bimbi: i baby monitor intelligenti ti permettono non solo di ascoltare il loro respiro mentre dormono, ma anche di osservarli, e tutto attraverso la rete Wi-fi e app dedicate sul tuo smartphone. I bambini stanno tranquilli nei loro lettini – oppure, se sono più grandicelli, insieme ai loro giochi – e tu, grazie alla tecnologia, ti risparmi inutili ansie quando non sei nella loro stanza.


Cos’è un baby monitor?

Un baby monitor tradizionale è costituito da 2 apparecchi e funziona un po’ come un walkie talkie: uno dei dispositivi viene collocato in prossimità del bambino, solitamente vicino al suo letto, e, via segnale radio, trasmette all’altro – che sta a portata del genitore – suoni e rumori prodotti dal piccolo. Papà e mamma, anche se a distanza, possono controllare la qualità del sonno dei figli e, in generale, sentire se nella cameretta è tutto a posto.


Baby monitor audio

Il baby monitor audio, che trasmette il solo suono, è la scelta classica e ne esistono centinaia di modelli in commercio: a trasmissione analogica, digitale, a 2 vie (il genitore può fare sentire la propria voce al bambino), con spie luminose che segnalano anche visivamente i rumori sospetti e perfino varianti corredate di un sensore di movimento da mettere nel lettino.


Baby monitor audio-video

L’evoluzione di questi apparecchi è continua: i baby monitor audio-video, in particolare, hanno un trasmettitore con apposita videocamera per bambini incorporata e un ricevitore dotato di schermo. È possibile  dunque non solo ascoltare il bimbo, ma pure vederlo (anche al buio, se il monitor è dotato di tecnologia infrarossi).
L’ampia e variegata offerta ti confonde? Per orientarti nell’acquisto, ecco i migliori baby monitor del 2018.


Videocamere per bambini: il futuro è smart

C’è un’ulteriore evoluzione, poi, nel mercato nei sistemi di monitoraggio del sonno e videosorveglianza delle camerette per bambini. Oggi esistono monitor per bimbi che comunicano attraverso la rete Wi-fi domestica con apposite app installate sullo smartphone o sul tablet del genitore. In pratica, il tuo dispositivo mobile si trasforma in unità ricevente del baby monitor.


I baby monitor intelligenti e connessi in commercio

Qualche esempio? MBP854S e MBP662CONNECT di Motorola ti permettono di servirti sia del video monitor in dotazione che dei tuoi apparecchi mobili e del computer per ricevere le immagini. Avent SCD860/26, prodotto da Philips, integra – tra le altre funzioni – il controllo della temperatura e dell’umidità nella stanza di tuo figlio, una luce notturna multicolore per favorire il sonno e una gamma di ninna nanne, controllate in remoto dalla app e riprodotte dall’unità posizionata nella stanza. I bimbi sono così al sicuro e tu… più sereno!

Non perderti le ultime news!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gratuitamente i consigli per la tua casa.

Iscriviti ora

L’articolo Cameretta hi-tech: bimbi al sicuro proviene da Assistenza Casa | Blog.

6 ottime ragioni per spegnere la luce

6 ottime ragioni per spegnere la luce

Giugno è il mese più luminoso dell’anno, con le giornate più lunghe: prova a non accendere nessuna luce di casa fino a tarda sera e scoprirai tutti i vantaggi della luce naturale sul tuo umore, sulla tua concentrazione e anche sulla tua vita di coppia! Con un risparmio in bolletta.

 

La luce e il buio sono fondamentali per regolare il ritmo circadiano, l’orologio interno del nostro organismo che sincronizza i bisogni fisiologici. L’eccessiva esposizione alla luce artificiale durante l’inverno ha mandato in tilt il nostro bioritmo, influenzando l’umore e il sonno e lasciandoci una sensazione di stanchezza. Approfitta dunque di questo periodo per ritrovare il tuo equilibrio: seguendo il corso della luce naturale, ne trarrà beneficio anche il tuo portafoglio. Vediamo come!


1. Luci spente, bolletta più leggera

Il primo vantaggio che otterrai nel tenere spenta la luce è il risparmio sulla bolletta, infatti secondo i dati forniti dall’Enea, circa l’ 80% del consumo totale di energia elettrica nel settore domestico è dovuto all’illuminazione.
Per illuminare un ambiente di media grandezza (20 metri quadrati) come una cucina o una camera da letto occorrono 250 watt. Il costo medio in bolletta dell’energia elettrica è di 0,20 Kw/h comprensivo di spese e iva, per cui rinunciare ad accendere la luce in cucina per 4 ore al giorno, ad esempio, ti farà risparmiare circa 6 euro al mese.

Non risparmiare sulla sicurezza

Scopri le Soluzioni Luce: per te assistenza e protezione 24h/24 sul tuo impianto elettrico.Scopri di più

2. Svegliarsi con la luce del sole

A giugno il sole sorge intorno alle 5.30 e tramonta alle 21.00 circa. Se la tua sveglia è puntata tra le 6.00 e le 7.00, lascia le tapparelle aperte e sarà la luce tenue dell’alba a darti il buongiorno. Non c’è modo migliore per cominciare la giornata e non avrai bisogno di accendere nessuna luce artificiale.


3. Vivere in un ambiente luminoso

Se la stanza preferita della tua casa ha finestre ampie, indipendentemente dalla loro esposizione, per tutto il mese di giugno (e oltre) avrai luce naturale garantita fino a sera. Prova a non accendere la luce e ti accorgerai che questo favorirà la tua concentrazione se devi lavorare, leggere o aiutare tuo figlio a studiare.


4. Pranzo all’aperto

Il clima e le temperature di giugno si sposano perfettamente con la vita all’aria aperta! L’esposizione alla luce del sole favorisce la produzione di vitamina D, essenziale per rinforzare le ossa e aumentare le nostre difese immunitarie. Ci sentiamo più in forma e più felici perché la luce naturale agisce sul nostro stato d’animo facendo diminuire stress e cattivo umore. Basta trascorrere l’ora di pranzo all’aria aperta, magari apparecchiando la tavola in terrazzo o in giardino, oppure fare una passeggiata dopo pranzo, per un pieno di luce ed energia positiva.


5. Cena a lume di candela

Approfitta della luce del sole anche nelle ore serali, puoi cenare fino alle 20.00 circa senza il bisogno di accendere la luce artificiale. Sposta il tavolo da pranzo vicino alla finestra, apri le tende e lascia entrare la luce del crepuscolo; se vuoi dare un tocco di romanticismo all’ambiente, ti basterà il lume di una candela. La luce della sera che viene dall’esterno, poi, ti invoglierà a uscire dopo cena per goderti il tramonto!


6. Luce naturale ed eros

Anche la vita di coppia beneficerà della luce naturale assimilata durante la giornata. L’aumento della vitamina D, infatti, influisce anche nella produzione del testosterone, l’ormone della virilità maschile. Gli uomini in particolare saranno quindi più “sensibili” in questo periodo dell’anno agli stimoli dell’eros. Pronti dunque a passare notti romantiche con il vostro partner (rigorosamente a luci spente)?

L’articolo 6 ottime ragioni per spegnere la luce proviene da Assistenza Casa | Blog.

Condizionatore: la manutenzione prima dell’estate

Condizionatore: la manutenzione prima dell’estate

Le temperature sono in aumento e se hai un condizionatore (o un climatizzatore) probabilmente lo stai per accendere. Prima di tutto, accertati che l’impianto funzioni correttamente: a partire dalla pulizia dei filtri, ecco cosa fare prima dell’avvio.

 

L’estate è in arrivo, insieme all’amato e odiato caldo stagionale! Un impianto di climatizzazione che raffresca casa è la soluzione ideale per non patire temperature roventi tra le mura domestiche. Pronto ad avviare l’aria condizionata? Prima però non dimenticarti della manutenzione di condizionatori e climatizzatori, grazie a cui puoi scongiurare un blocco improvviso – che ti priverebbe della frescura – garantendoti efficienza energetica, consumi equi e un’aria salubre. Pulisci o sostituisci i filtri, controlla che l’unità esterna non sia intasata e affidati all’assistenza tecnica per eventuali interventi di riparazione: seguendo questi semplici consigli, potrai goderti il fresco in serenità.

Prima di iniziare, facciamo chiarezza sui termini: il climatizzatore, a differenza del condizionatore, può anche riscaldare l’ambiente e deumidificare. Per semplicità, utilizzeremo il solo termine “condizionatore”, ma i suggerimenti per la pulizia e la manutenzione valgono per entrambi gli impianti.


Quando pulire i filtri dell’aria dei condizionatori

Per avere un raffrescamento ottimale e aria pulita, verifica anzitutto lo stato dei filtri dell’unità interna, cioè la parte di condizionatore collocata dentro casa: è qui che si annidano polveri – che fanno da tappo impedendo al tuo apparecchio di funzionare a pieno regime – e batteri. I comuni filtri a maglie vanno puliti sicuramente prima di accendere i condizionatori, ma anche più volte nel corso dell’estate in caso ne facessi un uso intenso (indicativamente ogni mese), mentre per i filtri a carboni attivi non è necessaria la pulizia poiché vanno direttamente sostituiti al cambio di stagione.

Cerchi assistenza 24h/24 sul tuo condizionatore?

Attiva gratis ProntissimoCASA!Attivalo ora

Come pulire i filtri a maglie

Come fare la pulizia dei filtri a maglie? Solleva o rimuovi il coperchio dello split (l’unità interna) ed estrai il filtro (o i filtri) dall’alloggio: consulta il manuale se hai dubbi sulla collocazione. Dopodiché lavalo sotto acqua corrente con poco sapone di Marsiglia e risciacqua accuratamente. Fallo poi asciugare bene in un luogo fresco e al chiuso dove non raccolga sporcizia. Una volta che si sarà perfettamente asciugato, potrai rialloggiarlo nella sua sede. Se noti che è incrostato o rovinato, meglio sostituirlo!


Pulizia dell’unità esterna per l’aria condizionata

L’unità esterna è il pezzo che sta al di fuori del tuo appartamento ed è priva di filtri, pertanto è più soggetta a ostruzioni. Ricorda che è buona prassi proteggere il blocco con una copertura adeguata durante il periodo di inattività. In ogni caso, prima di rimettere in funzione il condizionatore e se l’unità ti è accessibile, elimina con un pennello la polvere, le foglie e quant’altro si fosse depositato sulla griglia di protezione. Controlla inoltre che griglia e cavi esterni siano integri.


Per la manutenzione specializzata, affidati a un tecnico

Se, messo in funzione l’apparecchio, ti accorgi che non raffresca gli ambienti come dovrebbe o senti cattivo odore nell’aria, rivolgiti a un artigiano specializzato. In generale, per uso domestico non ci sono obblighi di legge sulla manutenzione periodica dei condizionatori, ma il manuale che l’installatore ti ha consegnato al momento del montaggio ti indica ogni quanto tempo è utile fare un controllo sull’impianto e sul livello del refrigerante: se ci fossero perdite, il rendimento del condizionatore calerebbe e i consumi sarebbero maggiori. Affidati dunque a un professionista per assicurarti una piacevole frescura e bollette senza brutte sorprese!

L’articolo Condizionatore: la manutenzione prima dell’estate proviene da Assistenza Casa | Blog.

Le storie di Assistenza Casa – Blocco della caldaia, che fare?

Le storie di Assistenza Casa – Blocco della caldaia, che fare?

Danilo Conti
Termotecnico
58 anni

Da oltre 2 anni lavora per Assistenza Casa tra Lombardia e Piemonte

Il guasto

La caldaia di Stanislao è in blocco e non ne vuole sapere di ripartire

La soluzione

Rilevata una perdita sul circuito idraulico, Danilo risolve il guasto in 2 ore

Il Cliente
Stanislao Picone, 71 anni, pensionato di Bussero (città metropolitana di Milano)
Ha scelto Manutenzione Caldaia come piano di protezione per la sua casa

Caldaia in blocco? È successo a Stanislao, pensionato di 71 anni.
Danilo, uno dei 1.400 artigiani di Assistenza Casa, ha risolto il guasto il giorno successivo alla richiesta di intervento e in appena 2 ore. Ecco i loro racconti.

 

SOS CENTRALE OPERATIVA

Stanislao Picone vive a Bussero, nella città metropolitana di Milano, in un condominio di 12 famiglie. A inizio marzo si ritrova di colpo senza riscaldamento e acqua calda e a nulla valgono i tentativi di resettare la sua caldaia. Un bel guaio insomma, ma durato poco. “Mia figlia ha chiamato per mio conto Assistenza Casa – racconta Stanislao – e il giorno stesso mi hanno ricontattato per fissare il sopralluogo. Federica, della Centrale Operativa di Assistenza Casa, mi ha chiesto se il giorno dopo alle 8 poteva andare bene: eccome! In passato ho avuto esperienze con altri manutentori, ma si presentavano dopo 3 giorni… In questo caso è stata davvero una bellissima sorpresa”. Intanto Danilo, il termotecnico allertato da Federica subito dopo la chiamata, è pronto a intervenire il mattino seguente.

INTERVENTO IN UN LAMPO

L’indomani mattina alle 8 Stanislao riceve a casa sua Danilo. “La caldaia aveva la spia d’emergenza che segnalava un guasto – spiega Danilo – ed era in blocco. L’ho aperta, come da prassi ho fotografato lo stato dell’interno, e, dopo le verifiche necessarie, ho riscontrato una perdita sul circuito idraulico, che comportava appunto il blocco”. Stanislao lo osserva incuriosito mentre smonta e rimonta i pezzi: “Ha individuato la fonte del problema ed è intervenuto di conseguenza”.

PROBLEMA RISOLTO!

Danilo controlla anche tenuta gas, esalazione dei prodotti di combustione e stato della canna fumaria condominiale. Poi ripara la perdita: “Può capitare che, per fenomeni di dilatazione, dei raccordi abbiano un allentamento nella chiusura, quindi è stato necessario serrarli”. Per finire Danilo fa una pulizia generale dell’apparecchio.
Tutto è in ordine e già alle 10 la caldaia torna a funzionare normalmente, con grande soddisfazione di Stanislao: “Problema risolto con professionalità e in tempi rapidissimi. Servizio davvero ottimo!”.

I CONSIGLI DELL’ARTIGIANO

Quali sono i motivi più frequenti di blocco della caldaia? Danilo racconta che “il 50% dei casi è determinato dalla mancanza di manutenzione della macchina. Spesso troviamo caldaie in stato d’abbandono, con elettrodi consumati, sensori che non sentono la fiamma, scambiatori ostruiti o molto sporchi che non consentono più un corretto funzionamento. Oppure una caldaia si blocca perché molto vecchia: dopo 10, 15 o addirittura 20 anni è normale l’usura dei suoi componenti interni. La manutenzione non solo è consigliata, ma è anche prevista dalla normativa”.

Cosa fare dunque se la caldaia va in blocco? Se la spia d’emergenza si accende e non senti odore di gas puoi tentare un reset dell’apparecchio, che talvolta è risolutivo, per esempio se c’è stato uno sbalzo di corrente a cui la caldaia è sensibile. Altrimenti chiama il tuo manutentore. Danilo suggerisce di “tenere sempre a portata di mano il manuale della caldaia. Non va buttato via! E potrebbe essere utile per una rapida assistenza telefonica”.

Manutenzione Caldaia

È la soluzione di Assistenza Casa che ti garantisce la manutenzione ordinaria della tua caldaia o scaldabagno a gas, con il controllo dei fumi secondo legge e il rilascio della certificazione obbligatoria (Bollino blu) ogni 2 anni.Scopri di più

L’articolo Le storie di Assistenza Casa – Blocco della caldaia, che fare? proviene da Assistenza Casa | Blog.